Come si crea un look perfetto? L’esperienza di Alessandro con Imagine Consulting

Come si crea un look perfetto? L’esperienza di Alessandro con Imagine Consulting

E’ opinione diffusa credere che la consulenza d’immagine sia riservata solo a vip, personaggi dello spettacolo o politici. La consulenza d’immagine, in realtà, è dedicata a qualsiasi persona che abbia la curiosità di scoprire gli elementi che mettono in risalto le proprie potenzialità legate all’immagine.

Nella mia esperienza, spesso partendo da questi presupposti si arriva anche a modificare il modo di comportarsi e di porsi con gli altri.

Molti clienti hanno dichiarato di aver acquisito maggiore sicurezza e un forte desiderio di cambiamento in seguito alle nostre consulenze d’immagine.

Altro mito da sfatare è che questo tipo di consulenza sia destinato ad un’utenza esclusivamente femminile. Sono molti, infatti, i clienti di sesso maschile con i quali ho lavorato ed ottenuto ottimi risultati.

Per questo ho deciso di dedicare un post proprio alla consulenza maschile prendendo come esempio una persona che mi ha autorizzato ad utilizzare tutti i suoi dati e che ringrazio, per questo, di cuore.

Alessandro di Roma: consulenza online avvenuta a febbraio 2012

Alessandro, un impiegato romano, mi contatta per una consulenza di total look da farsi online. Questa modalità di incontro dà eccellenti risultati e permette di effettuare le consulenze anche a distanza di km, semplicemente tramite conversazioni su Skype e lo scambio di mail.

Dopo aver compilato un questionario conoscitivo con le sue esigenze, Alessandro ed io ci mettiamo al lavoro.

Alessandro mi invia diverse immagini di sé (sia in primo piano che a figura intera).

Ecco Alessandro prima della consulenza:

image

E’ così intraprendente e simpatico che mi gira un piccolo video perché riesca a riconoscerlo meglio.

Alessandro mi illustra così le sue esigenze: vorrebbe trasformare il proprio  look sia per l’ambito lavorativo che per il tempo libero.

Passiamo quindi ad individuare le tappe del nostro percorso: destineremo due sessioni al viso e due al fisico/abbigliamento.

Incominciamo quindi con l’analisi dei colori “amici” di Alessandro. Questa valutazione viene fatta partendo dal colore della carnagione, degli occhi e dei capelli del cliente. Il risultato che otteniamo è che le tonalità adatte a lui sono fredde e scure. Quindi i suoi colori ideali saranno questi:

image

Alessandro vestirà bene tutti i toni del grigio, il nero, il blu marine, il bordeaux, il viola scuro, il verde pino, il nero e il bianco.

Gli accessori adatti a lui, come occhiali e bijoux, saranno del colore dei metalli freddi come argento e oro bianco o negli stessi colori della sua palette.

A questo proposito, decidiamo quindi di modificare il colore degli occhiali da vista per rinfrescare un po’ il look del viso. Scegliamo insieme la montatura più adatta e di un colore utile allo scopo che ci siamo dati.

Passiamo poi all’individuazione della morfologia del suo viso.

Seguiamo i parametri di delineazione del viso ideale maschile: Alessandro ha bisogno di ottenere una maggior quadratura del suo ovale. Perciò, dopo aver visionato alcune fotografie recenti e non in cui sono evidenti le diverse pettinature di Alessandro nel corso degli anni, consiglio di lavorare su un diverso taglio di capelli e barba. Durante uno scambio di mail Alessandro ripesca addirittura una sua vecchia fotografia di 20 anni fa, per aiutarmi a individuare il taglio ideale per lui:

image 

Alessandro si dimostra un vero allievo modello e non solo incomincia a farsi crescere i capelli, per ottenere il risultato che gli ho consigliato, ma anche ad allungare e rendere più geometriche le basette.

Ecco le prime foto della crescita dei capelli e degli occhiali-new look:

image 

Si tratta già di un grande risultato ed entrambi siamo molto entusiasti. Devo dire che Alessandro è molto collaborativo e curioso di vedere i cambiamenti. Durante gli scambi di mail e tramite gli incontri via Skype si crea un bel clima: il nostro lavoro è sempre più piacevole, non mancano le risate e la spontaneità.

Con il nostro terzo incontro incominciamo il lavoro sul fisico e sul look: chiedo ad Alessandro di inviarmi le foto del suo guardaroba e lui, come sempre, risponde prontamente. Grazie a un lavoro di cesello, suddividendo i capi per categoria, mi mostra una serie di fotografie molto utili:

Capispalla (giacche, giubbotti, abiti):

image 

Jeans e pantaloni:

image

Magliette:

image

 Camicie:

image 

 Scarpe sportive:

image

 Cravatte:

image

In seguito all’analisi del suo guardaroba e con la volontà reciproca di mantenere più outfit possibili senza eccedere con spese pazze, consiglio ad Alessandro di acquistare una giacca blu classica che, essendo molto versatile, si presterà alla creazione di look diversi, tra cui il look sportivo e i look chic ed elegante. Questo tipo di giacca, infatti, si può sfruttare al meglio con tutti i suoi jeans.

Inoltre gli altri outfit già presenti nel suo guardaroba si possono utilizzare senza problemi, ad eccezione di qualche maglietta dai colori non sempre adatti al suo viso.

Chiedo poi ad Alessandro di inviarmi alcune sue misure fisiche e, in base a queste, individuiamo la sua morfologia al fine di equilibrarla al meglio tramite l’abbigliamento.

Alessandro ha la necessità di ingrandire leggermente le spalle e allo stesso tempo di dissimulare il girovita. Gli consiglio quindi di tenere quasi tutti i capispalla del suo armadio e di eliminare un’unica giacca che gli penalizzerebbe troppo le spalle rimpicciolendole ulteriormente.

Ecco la giacca da evitare:

image

I pantaloni di Alessandro, invece, sono tutti perfetti perché essendo a vita alta esaltano di più le sue forme.

Una volta delineata la fisionomia, incominciamo a lavorare sul suo stile cercando diverse soluzioni per trovare un look adatto alla sua persona.

Partiamo dall’abbigliamento che utilizzerà al lavoro, che dev’essere abbastanza elegante.

Alessandro ha diverse belle cravatte, quindi iniziamo a creare una serie di abbinamenti che potrebbero fare al caso suo.

Camicia a righe e cravatta tono su tono:

image

Oppure, stessa camicia abbinata a cravatta su tono, ma con pois di differenti grandezze:

image

O ancora, giacca più sportiva con motivi scozzesi da indossare su camicia a righe per creare contrasto e ottenere un look più casual, pur rimanendo chic:

image

Creiamo poi altri abbinamenti sempre a contrasto ma con colori più vivaci, che ben si accostano tra loro:

image

Passiamo all’abbigliamento più informale: Alessandro mi propone un abbinamento che trovo un po’ scontato, perciò gli suggerisco un’alternativa che lui apprezza molto:

image

Quindi realizziamo un abbinamento cintura – scarpe con gli accessori e le calzature presenti nel guardaroba di Alessandro:

image

Finalmente ci siamo! Alessandro ed io siamo molto soddisfatti del risultato del nostro percorso.  Lui, che nel frattempo ha perso 2 Kg di peso, decide, per festeggiare, di regalarsi un servizio fotografico presso un professionista così da suggellare questo nuovo cambiamento di look e di stile di vita. Ed ecco i risultati del nostro lavoro!

Primo piano:

image

A figura intera:

image

Con abbigliamento casual:

image

Infine, mi invia due bellissime mail con i ringraziamenti per il lavoro svolto insieme e il racconto dei cambiamenti della sua vita, legati anche alla sua nuova immagine:

Grazie mille per la consulenza, sono estremamente contento dei risultati. Ho anche finalmente un punto di riferimento per lo shopping, fino a ieri compravo i capi d’abbigliamento con molta casualità, e mi ha aiutato molto nel fare ordine e pulizia con criterio nel mio guardaroba.

Sono molto contento anche del tuo entusiasmo! Inoltre, come conseguenza del new look sono anche riuscito… a dimagrire di 2 kg!

Il nuovo look ha riscosso molto successo tra i miei amici e conoscenti e anch’io mi sento “meglio”; tra l’altro, si sono aperte molte porte per la mia crescita personale, come se si fosse liberata un’energia che prima ristagnava o era bloccata. Inoltre, adesso so cosa comprare e sono guidato nella scelta, per cui ottimizzo il mio modesto budget per vestiti e personal care senza spendere i soldi a caso; niente male in questo periodo di crisi economica!

Grazie ancora.

Il percorso di Alessandro si è concluso con ottimi risultati, e questa sua esperienza è un esempio concreto delle dinamiche e dei vantaggi della consulenza d’immagine: una volta acquisiti gli strumenti e i criteri giusti, oltre a cambiare in meglio la propria immagine sarà facile risparmiare sui capi che si sceglieranno in futuro. Potrebbe essere una buona idea-regalo da mettere sotto l’albero di qualche persona cara!

Simona Avogadri

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Aggiungi commento